Il bosco delle volpi

Micol Canton
Visite: 2509
copertina_il bosco delle volpi

"Ho letto tanto e penso sia un’ esperienza importantissima: è grazie alla lettura che possiamo vivere più vite, oltre alla nostra”.

Semplici parole di Paasilinna, in mezzo ad una banale intervista.. eppure quel “vivere più vite” è una costante del suo scrivere... sempre personaggi, i suoi, in fuga dalla routine della quotidianità, esausti di rispettare certe regole o per averne brutalmente infrante delle altre..

In questo sua “novella” troverete:

- Oiva, astuto gangster carico d’oro che scappa dai suoi complici;
- Sula, burbero maggiore stanco della ripetitività della vita militare e deciso a vincere il vizio del bere;
- Naska, vigorosa novantenne in rocambolesca fuga dalle attenzioni dei servizi sociali...

...e tutti e tre finiranno, casualmente, in quella mitica capanna di taglialegna dispersa nella zona del monte Kuopsu, non lontana dal Bosco delle Volpi Impiccate.. Una storia esilarante, costruita intrecciando le stravaganti vicende di questi tre pittoreschi personaggi così diversi tra loro, eppure capaci di inventarsi un “modus vivendi” armonico ed in sintonia con un ambiente naturale estremo.

Il ritmo incalzante del racconto trasporta con leggerezza anche lo spirito dissacrante e l’amore per la natura dell’autore. Un buon libro per cominciare a provare “nostalgia letteraria” per la Natura incontaminata e le Storie di Paasilinna!

Arto Paasilinna nasce nel 1942 a Kittilä, Lapponia. La famiglia, poverissima, è presto costretta a sfollare verso Ovest di fronte all’avanzata dell’Armata Rossa. Una gioventù in mezzo ai boschi, alla natura, ma senza trascurare gli studi, la lettura.
Guardiaboschi, ben presto la passione per la scrittura lo porterà a una brillante, ma non gratificante, carriera nel mondo del giornalismo. La sua scrittura doveva essere più protagonista.. e così, verso la metà degli anni ’70, vende la barca e si ritira per un anno a scrivere “L’Anno della Lepre”.
Da allora questo sarà il suo mestiere, scrittore metodico da un libro all’anno.
Subito popolarissimo nella sua Finlandia, avrà ben presto successo anche all’estero, dove le sue opere circolano in ben 45 lingue diverse.
Di speciale vi troviamo una inconfondibile ironia e la capacità di raccontare con leggerezza anche le vicende più drammatiche della vita quotidiana. Nell’Ottobre del 2009 Paasilinna è stato ricoverato per un ictus e la conseguente emorragia cerebrale. Dopo un lungo ricovero, lo scrittore è tornato a parlare e a camminare, ma la sua carriera artistica pare irrimediabilmente finita.
Cliccando QUI troverete tutti i titoli di Paasilinna pubblicati dalla gloriosa casa Editrice Iperborea.

00 divisorio ridimensionato

Questo testo è un gentile contributo offerto dall'associazione Amici della Biblioteca di Limena (Padova), un nutrito gruppo di appassionati lettori che organizza eventi pubblici gratuiti per condividere l'amore per la letteratura. Gli Amici della Biblioteca di Limena credono che la lettura non isoli, ma unisca, non estranei né dalla vita né dalla realtà, ma aiuti a viverla con pienezza e, se possibile, con gioia.

"Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere" ( D. Pennac)

Per seguirli su Facebook cliccate qui: Amici della Biblioteca di Limena.

Pin It
Aggiungi commento

Commenti

  • Nessun commento trovato