Il concerto nel deserto

da Micol Canton
Visite: 1096
Il concerto nel deserto

In ottobre del 2016 nei fine settimana dal 7 al 9 e dal 14 al 16 si è svolto all'Empire Polo Club nel deserto di Indio, in California, il Desert Trip Festival un festival rock che ha riunito alcuni tra i più grandi artisti della storia della musica.

Per la prima volta si sono succeduti sul palco in un unico festival Paul MacCartney, i Rolling Stones, Neil Young, Roger Waters, The Who. Insieme a loro anche il vincitore del premio Nobel 2016 per la letteratura Bob Dylan.
Il festival doveva durare solo un fine settimana ma è stato raddoppiato a causa dell'enorme richiesta di biglietti ricevuta.

L'evento è stato organizzato dalle persone che si occupano del Coachella uno dei più importanti festival musicali americani che si svolge ogni anno a Indio e che dal 1981 ha visto aumentare progressivamente la sua popolarità. Vista l'età media dei cantanti, circa 70 anni, il festival di ottobre è stato ironicamente rinominato Oldchella ma l'età non ha impedito a questi carismatici artisti che hanno venduto milioni di dischi in tutto il mondo di infiammare il pubblico offrendo uno spettacolo emozionante e coinvolgente.

1. IL CONCERTO NEL DESERTO 1Una serie di esibizioni entusiasmanti per ogni amante della buona musica.
Paul McCartney ha suonato per la prima volta dal 1993 “I wanna be your man”, ha cantato “Hey Jude”e assieme a Neil Young ha cantato “A day in the life” dei Beatles e “Give peace a chance” di John Lennon. Con Rhianna - cantante, attrice e modella delle Barbados, prima artista della sua nazione a vincere un Grammy Award - ha eseguito “Four five seconds”.
The Rolling Stones si sono esibiti nei loro classici ma anche in “Come Togheter” dei Beatles, gli eterni rivali. Mike Jagger , il cantante del gruppo, ha scherzosamente presenta l'esibizione dicendo <<ora una cover di un gruppo beat praticamente sconosciuto di cui forse vi ricordate>>. Gli anni passati forse non hanno smorzato del tutto la rivalità con i Beatles?
Bob Dylan ha soddisfatto i gusti più raffinati con pezzi come “Love sick”, “Pay in blood”, “Desolation Row” e “Like a rolling stone”.
Neil Young ha incantato il pubblico con “Like a Hurricane” e brani al pianoforte come “After the gold ruch”.
Roger Waters, ex membro dei Pink Floyd si è esibito sul palco con The Who che hanno dimostrato di avere ancora una enorme carica dal vivo. 

Desert Trip è dunque una serie di concerti che richiama un pubblico di amanti delle musica leggendaria di qualsiasi generazione, un pubblico che vuole dimostrare che lo spirito di Woodstock vive ancora, che quell'atmosfera magica che ha travolto l'inizio degli anni Settanta non si è ancora spenta.

Queste grandi ed intramontabili icone del rock sono tornate insieme sul palco con tanti ricordi ma anche con tanto di nuovo ancora da dire come la velenosa critica di Roger Waters nei confronti di Trump.
Non sono mancati i momenti toccanti con le dediche di Paul McCartney, Pete Townshend e Roger Waters ai membri delle loro band scomparsi prematuramente.
I commenti sulla pagina Facebook del Desert Trip ci possono rendere l'idea di come il pubblico ha vissuto questa esperienza: “Le 3 migliori notti della mia vita”, “Semplicemente magico”, “E' stato molto più che musica”, “Evento straordinario, Rolling Stones da urlo e di Sir Paul, cosa si può dire? Che è incredibile”.

Quale concerto a cui avete partecipato vi è rimasto bel cuore? Che concerto vi piacerebbe andare a sentire?

Pin It
Aggiungi commento

Commenti

  • Nessun commento trovato